Calciatori svizzeri in Italia

Come si sono comportati i migliori giocatori svizzeri in Serie A?

Il calcio italiano è noto per la sua ricca storia e per l’influenza che ha esercitato sullo sport a livello globale.

In questo contesto, si inserisce la relazione fra Svizzera ed Italia, due Paesi molto vicini, e con molto punti di contatto, soprattutto per quel che riguarda il Canton Ticino.

Numerosi calciatori svizzeri hanno lasciato un’impronta indelebile nel panorama calcistico italiano con le loro abilità e il loro impegno.

Questo articolo esplorerà il ruolo e l’impatto che i calciatori svizzeri hanno lanciato nel calcio italiano, evidenziando le loro storie, i successi e i contributi ai club che li hanno visti protagonisti.

Un tuffo nella storia

Sebbene al momento le distanze siano molto importanti, un tempo il calcio svizzero e quello italiano erano di un livello paragonabile. Dal lontano 1896, infatti, possiamo annoverare tantissimi ragazzi elvetici tra i pionieri dello sport più popolare in Italia. Non solo a livelli calciatori, ma anche come dirigenti e, addirittura, presidenti dei club.

I fratelli Hintermann, infatti, sono tra i 15 scissionisti del Milan, che il 9 Marzo 1908 fondarono l’Inter. Alfred Dick, invece, da dirigente della Juventus fu estromesso e fondò, insieme alla preesistente Torinese, il moderno Torino. Etienne Bugnion, poi, dopo aver fondato il moderno Losanna, contribuì alla vittoria di 2 scudetti con il Genoa, nel 1903, e nel 1904.

Foto di gruppo dei fondatori dell'Inter

Le distanze allora non erano così grandi, i club svizzero non avevano nulla da invidiare a quelli italiani. Tutto ciò può essere testimoniato anche dal fatto che la Svizzera ospitò anche la Fase Finale dei Mondiali di calcio nel 1954, in cui a trionfare a sorpresa fu la Germania Ovest, contro la corazzata Ungheria di Puskas.

Da allora le distanze tra il calcio italiano e quello svizzero sono divenute gradualmente più grandi, ed i calciatori rossocrociati tra le file dei club italiani sono divenuti molti meno. Questa, discrepanza, però, si è tradotta nell’arrivo di giocatori di più alta qualità, come Okafor, e Yann Sommer.

I principali calciatori svizzeri in Italia

Quali sono, dunque, i più importanti e conosciuti calciatori svizzeri in Italia? Possiamo partire da Roger Vonlanthen, attaccante ginevrino, il primo svizzero a “tornare in Italia” dopo il blocco agli stranieri a seguito della Seconda Guerra Mondiale. Venne ingaggiato dall’Inter nel 1955, mettendo insieme 42 presenze e 12 gol in 2 stagioni.

Come non parlare, poi, della mitica maglietta di Sforza, divenuta di culto grazie al film di Aldo, Giovanni e Giacomo, Tre uomini e una gamba, del 1997. Ciriaco Sforza è stato una meteora dell’Inter, ha giocato 40 partite segnando 4 gol, ma non riuscendo mai ad incidere.

Il Milan, invece, si fa notare per una certa propensione per i giocatori elvetici, negli ultimi tempi. Dal 2005 sono 5 i rossocrociati che hanno militato tra le file dei rossoneri, a partire da Johann Vogel, centrocampista che arrivò proprio nel 2005. Di lì a poco vedremo in maglia rossonera anche il  difensore Philippe Senderos, ex stellina dell’Arsenal che però ebbe una carriera travagliata, costellata di infortuni. Ci fu poi Ricardo Rodriguez, che allora sembrava uno dei migliori terzini sinistri d’Europa,ed oggi ancora in Italia, al Torino. Infine c’è il già citato Okafor, attaccante classe 2000 preso dal Salisburgo nell’estate del 2023.

Come dimenticarsi, poi, di Stephan Lichtsteiner, portato in Italia dalla Lazio nell’estate del 2008, con cui ha collezionato 100 presenze esatte, ed uno storico gol nel Derby vinto 4-2 del 2009. Passò poi alla Juventus, divenendo un punto fermo della squadra che riuscì a conquistare 9 scudetti consecutivi, giocando in  7 di questi 9 campionati. Dello svizzerotto, come ribattezzato a Roma, viene ricordata la grandissima affidabilità e la costanza delle sue prestazioni.

Lichtsteiner in maglia Juventus, uno dei più importanti caliatori svizzeri in Italia

Sempre nella Lazio giocò un altro svizzero ormai italianizzato, ovvero Valon Behrami, che fu però portato in Italia dal Genoa. Il duttilissimo centrocampista ha passato la maggior parte della sua carriera in Italia, con 12 stagioni in Serie A, ed anche per lui possiamo ricordare un importantissimo gol nel Derby di Roma. Segnò infatti il 3-2 per la Lazio, all’ultimo secondo in un tiratissimo derby del 2008. Anche di lui si ricorda la grande adattabilità, e costanza, anche se ha patito molti infortuni muscolari nel corso della sua carriera.

Lo svizzero-kosovaro militò anche nel Napoli, nella squadra più svizzera di sempre. In quel periodo, infatti, facevano spesso fatto coppia a centrocampo 2 perni della Nazionale Svizzera di allora, Inler e Dzemaili, entrambi arrivati nel 2011, il primo dall’Udinese, ed il secondo dal Parma.

I giocatori svizzeri del napoli, dzemaili, behrami, inler

Altri rossocrociati che possiamo evidenziare sono il difensore Johan Djourou, anche lui con un passato all’Arsenal, che ha militato nella Spal, disputando solo 5 partite. Il difensore Von Bergen, invece, ha passato 3 campionati in Serie A, con le maglie di Cesena e Palermo.

Gelson Fernandes e Xherdan Shaqiri hanno passato 6 mesi con le maglie, rispettivamente, di Udinese ed Inter, lasciando pochi ricordi. Roberto Di Matteo, che ha militato nella Lazio dal 1993 al 1996, pur essendo nato a Sciaffusa, si è sempre dichiarato italiano. Di lui abbiamo parlato nell’articolo sui giocatori italiani in Svizzera. Fabio Daprela, inoltre, ha una lunga militanza in Italia, soprattutto in Serie B.

A livello di allenatori, infine, negli ultimi anni si ricorda solo Vladimir Petkovic, allenatore della Lazio che trionfò nel derby in finale di Coppa Italia, il 26 Maggio 2013.

Ed i calciatori svizzeri di oggi?

Al momento, c’è una discreta schiera di calciatori svizzeri che giocano nella Serie A italiana, alcuni di loro anche ad alto livello. Si tratta di tutti giocatori che puoi trovare nelle scommesse sportive Svizzera sulla Serie A, di cui ti parliamoanche nella recensione su Bet365 Svizzera.

Il portiere dell’Inter che sta lottando costantemente per lo scudetto è Yann Sommer, portiere titolare della Nazionale elvetica, arrivato nell’estate del 2023 dal Bayern Monaco. Come già evidenziato, nel Milan invece c’è Okafor, anche se attualmente sta trovando non tantissimo spazio. La Juventus ha venduto da poco Denis Zakaria, invece.

uno dei principali calciatori svizzeri di oggi: Sommer in maglia inter

Scendendo di poco nella classifica, troviamo Remo Freuler e Michel Aebischer che giocano nel Bologna. I 2 centrocampisti si stanno ben comportando, vista la situazione di classifica dei felsinei, a ridosso delle posizioni valide per le competizioni europee. Come già anticipato, invece, Ricardo Rodriguez milita nel Torino, di cui ne è capitano.

Tra le squadre in lotta per non retrocedere, infine, nell’Empoli ha giocato Haas, ad oggi in prestito al Lucerna, che probabilmente a fine anno tornerà in Toscana. Sylvain Hefti, invece, sta giocando nel Montpellier, ma è in prestito dal Genoa, mentre Kevin Rüegg è di proprietà del Verona, anche se sta giocando col Basilea.

I numeri dei calciatori svizzeri in Italia

Vediamo ora un po’ di numero dei calciatori svizzeri presenti e passati, in Serie A. Citeremo alcuni giocatori di cui abbiamo parlato nei paragrafi  precedenti.

Nome Ruolo Squadre (stagioni) Presenze (Gol)
Roger Vonlanthen Centrocampista 1955-1957 42 (12)
Ciriaco Sforza Centrocampista Inter (1997-1998) 40 (4)
Johann Vogel Centrocampista Milan (2005-2006) 14 (0)
Philipper Senderos Difensore Milan (2008-2009) 20 (0)
Stephan Lichtsteiner Difensore Lazio (2008-2011) Juventus (2011-2018) 375 (18)
Valon Behrami Difensore, Centrocampista Genoa, Verona, Lazio, Fiorentina, Napoli, Udinese, Brescia (2003-2022 con interruzioni) 352 (10)
Gokhan Inler Centrocampiosta Udinese (2007-2011), Napoli (2011-2015) 328 (22)
Blerim Dzemaili Centrocampista Torino, Parma, Naooli, Genoa, Bologna (2008-2020 con interruzioni)) 312 (35)
Steve Von Bergen Difensore Cesena, Genoa, Palermo (2010-2013) 97 (1)
Denis Zakaria Centrocampista Juventus (gen 2022-set 202) 15 (1)
Yan Sommer Portiere Inter (2023-...) 21 (-10)
Noah Okafor Attacccante Milan (2023-...) 17 (4)
Remo Freuler Centrocampista Atalanta (2016-2022), Bologna (2023-...) 279 (21)
Michel Aebischer Centrocampista Bologna (2022-...) 65 (1)
Ricardo Rodriguez Difensore Milan (2017-2020), Torino (2020-...) 207 (4)
Nicholas Haas Centrocampista Atalanta, Palermo, Frosinone, Empoli (2017-2023) 167 (7)

Eredità e impatto culturale dei calciatori svizzeri

L’eredità dei calciatori svizzeri in Italia si riflette non solo nei risultati sportivi, ma anche nell’interesse e nell’ammirazione che hanno generato tra i tifosi italiani e svizzeri.

In alcuni casi, i tifosi hanno eletto a beniamini e protetti diversi giocatori, come nel caso di Sommer, Lichtsteiner, Freuler ed Inler. Questi ragazzi si sono ben disimpegnati anche con la Nazionale elvetica.

Il bagaglio culturale e di esperienza che hanno accumulato giocando per lungo tempo in Italia, ha fatto sì che potessero uscire dalla propria confort zone, ampliando i propri orizzonti, portando in Nazionale ciò che avevano imparato. Questi giocatori hanno quindi contribuito a rafforzare i legami tra i due paesi attraverso lo sport, promuovendo lo scambio culturale e il rispetto reciproco.

Conclusione sui calciatori svizzeri in Italia

In conclusione, abbiamo visto come i dirigenti, i presidenti ed i calciatori svizzeri hanno giocato un ruolo significativo nello sviluppo e nella fondazione del calcio italiano.

Hanno portato il loro talento, la loro dedizione e il loro spirito competitivo, tanto nei club quanto nella nazionale, in un Paese che stava uscendo dalle fatiche della Prima Guerra Mondiale, a cui serviva un gioco per distrarsi e guardare con fiducia al futuro. Il loro contributo ha quindi arricchito il panorama calcistico italiano e ha rafforzato i legami tra Svizzera e Italia attraverso la passione condivisa per il calcio.

Speriamo che nel futuro grandi campioni come Michael Akanji, Granit Xhaka e Fabian Schar possano giocare in Italia, continuando ad arricchire la Serie A, nel solco tracciato da tanti fortunati predecessori, a partire da quel fatidico 1896, quando i primi genovesi, molti dei quali di origini svizzere, cominciarono a giocare al famoso football inglese.